Categorie
Atlante Re-Cycle
Eventi
Pubblicazioni
Estratti

Tag
paesaggi estrattivi // parassita // paola misino // lina malfona // comunicazione // metamorfosi // footprint // andrea bruschi // goa manifesto // identità // stefania camplone // progetti di riciclo // enrica corvino // münchen // drawn theories // spazi interstiziali // realismo magico // ferrovia // città diffusa // paesaggio umano // città // mosé ricci // infrastruttura ambientale // Foucault // rifiuti // riuso // riduzione // upcycle // ri-ciclo // strada statale 18 // iuav // francesca pignatelli // reti fluviali // spazi post-industriali // aree periurbane // riciclo // lorenzo fabian // agriurbanismo // enunciati // economia // sara marini // massimo angrilli // enrico formato // multiscalarità // uso // smart land // trasporto pubblico // tevere // spazi in attesa // coda della cometa // sistemi idrografici // Calabria // the laboratory city // paesaggio // imperativo // paradosso // franco zagari // as found // maria valeria mininni // estetica // politiche urbane // reggio calabria // fabrizia ippolito // mobilità leggera // aterno // telai territoriali // territori fragili // matera // interprete // sviluppo locale // cicli di vita // massimiliano giberti // il territorio degli scarti e dei rifiuti // towards a pro-active manifesto // biscione // energie rinnovabili // arturo lanzani // pubblico/privato // in-between // reti logistiche // fondo sociale europeo // productive grounds transalpine trajectories // barbara coppetti // montaggio // people meet in the Re-cycled city // revival // nord est // marco d'annuntiis // trasformazione // sulmona-l'aquila // città contemporanea // claudia battaino // metabolismo urbano // abbandono // elisabetta nucera // asfalto // abruzzo // teorie disegnate // mappe // infrastrutture minori nei territori dell'abbandono // jazz // antonio de rossi // ideologia dominante // pratica nota // morfologia urbana // massimo crotti // architettura // recycland // paola viganò // hyper-cycling // do-it-yourself // mauro francesco minervino // urban hyper-metabolism // progetto urbanistico // nicola martinelli // renato bocchi // patrimonio // partecipazione // mito // urbanistica // sara favargiotti // ecocampus // borghi rurali // capannoni industriali // workshop // vincenzo bagnato // venezia // suolo // elisa beordo // napoli // reti ferroviarie // Europa // waste // roberto secchi // anna lei // raffaella fagnoni // società // questione ambientale // paradigma // landscape urbanism // territori in contrazione // pepe barbieri // ricerca // scheletri. riciclo di strutture incompiute // riciclasi capannoni // unheimlich // territori interni // vincenzo gioffrè // grande guerra // gianni celestini // letteraventidue edizioni // aquilano // luigi coccia // maurizio carta // pile // re-cycle op-positions // restauro // realtà // esperienza urbana // rigenerazione // human smart city // etica // humanities // paesaggi dell'abbandono // cultura // costa sud // comunità // resilienza // turinsmo // piemonte // consumo di suolo // hannover // tempo // federica amore // chiara rizzi // anna attademo // appennini // collage // architettura nuova // mauro berta // recycle veneto // filiera // dismissione // ecologico // frammento urbano // monti sicani // emilia romagna // crisi // stefano munarin // dinamiche insediative // francesco marocco // territorio veneto // veneto // pierre donadieu // Genoa // clyde // professione architetto // rosario pavia // abitanti // regista // giovanna mangialardi // territorio // ludovico romagni // total recycle process // città adriatica // gestione dei rifiuti // atlante re-cycle // agricoltura // genova // gianpaola spirito // true-topia // strategia // democrazia // potenzialità // fascia pedemontana // noto // viaggio in italia // design // total recycle design // eterotopia // piero ostilio rossi // creatività // marco bovati // orazio carpenzano // jörg schröder // archistar // glasgow // mario morrica // federico zanfi // agro-ecologia // dialettica // lombardia // merzbau // significato // dibattito // paola guarini // perturbante // antonia di lauro // progetto // post-welfare // forte quezzi // alan hooper // valle del piave // ilaria valente // alberto bertagna // drosscape // green infrastructure // andrea gritti // consuelo nava // subcycle // ambiente // traduzione // stratificazione // dispersione insediativa // linee di pensiero // trama urbana // emilia corradi // tessuto produttivo // artificializzazione // sprawl // autoriale // manuel gausa // pianificazione // industrializzazione // progetto agriurbano // ruderi // strategie // infrastrutture del territorio // innovazione // giovanni corbellini // post-produzione // puglia // quaderni // trasformazione dell'esistente // pro-getto // innovativo // economico // bonifica // città ideale // pippo ciorra // community // calcestruzzo // sostenibilità // politico // roma // autore // mira // periferie // utopia // emanuele sommariva // nuovi cicli di vita per architetture e infrastrutture della città e del paesaggio // infrastrutture // orti urbani // scarti // adriano paolella // jeanette sordi // palermo // utopie del reale // chiara merlini // recycle
0. LOCANDINA-rid

Re-Cycle Italy – Presentazione finale della ricerca

Roma, MAXXI, 13 aprile 2017


01_05_Gritti_Voltini_Zanda_Archeologia autostradale

Archeologia autostradale

Andrea Gritti, Marco Voltini, Claudia Zanda


01_25_Postiglione_Lenzini_Ambienti resilienti

Ambienti resilienti. Progetti e visioni strategiche per i borghi in abbandono nel territorio abruzzese

Gennaro Postiglione, Francesco Lenzini


01_24_Coppetti_Spagnolo_Forme dell industria e nuove configurazioni

Forme dell’industria e nuove configurazioni degli spazi del lavoro. Il territorio produttivo di Nera Montoro tra conservazione e ideazione

Barbara Coppetti, Roberto Spagnolo


01_23_Coppetti_Ri-formare Milano

Ri-formare Milano. Osservazione e sperimentazione progettuale sui temi della città

Barbara Coppetti


01_22_Di Franco_Zanni_Dal paesaggio alla fabbrica

Dal paesaggio alla fabbrica. Lo sguardo del progetto sulla Val Seriana e i suoi manufatti industriali abbandonati

Andrea Di Franco, Fabrizio Zanni


01_21_Bovati_Oldani_Forme del territorio della produzione

Forme del territorio della produzione: il nodo di Bergamo

Marco Bovati, Andrea Oldani



01_20_Gritti_Mappe iconografiche dei territori abbandonati

Mappe iconografiche dei territori abbandonati

Andrea Gritti


aimini

Occasioni di Re-Visione. Punto di partenza

Matteo Aimini


nava

Ri_vedere (risignificare) le infrastrutture ad alta permeabilità e a basse emissioni

Consuelo Nava


angrilli-morrica

La regione degli altopiani maggiori d’Abruzzo

Massimo Angrlli, Mario Morrica


01_28_Marinelli_Alle terre Alte Strategie per il riuso dell’architettura del territorio alpino

Alle terre Alte. Strategie per il riuso dell’architettura del territorio alpino

Mauro Marinelli


01_27_Impera_Minimalia

Minimalia. Per un’architettura necessaria nei territori in abbandono in Sardegna

Sara Impera


01_26_Cozza_Tradizione e innovazione

Tra tradizione e innovazione nelle aree interne. Strategie per il riuso e il ri-ciclo del Vallo di Diano

Cassandra Cozza


setti

Tempi della dismissione, tempi del progetto. Strategie progettuali per il consolidamento di tessuti e manufatti industriali: il caso di Aubervilliers, Parigi

Giulia Setti


dsc_0047-mod

Casoria NO.WALL:S. Un ecocampus per l’integrazione e l’ospitalità

Enrico Formato, Anna Attademo








atlante

Atlante Re-Cycle – Preview



01_07_merlini

Fare paesaggio muovendo dagli spazi del lavoro

Chiara Merlini


01_06_lanzani

Un suolo e una natura da riscoprire e da riformare

Arturo Lanzani


recycle-italy-save-the-date

Re-Cycle Italy. Progetto di nuovi cicli di vita per le città del XXI secolo

Convegno internazionale, Università Iuav di Venezia, 29-30 settembre 2016



01_18_Zanfi_Ricomporre l'urbanizzato e costruirne l'urbanità

Ricomporre l’urbanizzato e costruirne l’urbanità

Federico Zanfi



02_07_spirito

Dai drosscape di Alain Berger a quelli della Coda della Cometa

Gianpaola Spirito


02_08_guarini

Rilevanza del fattore tempo nell’analisi e nel progetto. Cenni di storia dei drosscapes della Coda della Cometa

Paola Guarini


01_05_corvino

Il sistema ferroviario e lo sviluppo urbano del territorio ostiense

Enrica Corvino


Model

Introduzione

Roberto Secchi



02_06_lei

Mapping. Dai drosscapes alle filiere del ri-ciclo

Anna Lei


05_30

Future Paradigms

Mosè Ricci


02_05_bruschi

I drosscapes della Coda della Cometa

Andrea Bruschi


05_31

The sustainable strategy of the “laboratory-city”

Consuelo Nava


03_04_rizzi

From Unitary Urbanism (UU) to Convivial City (CC)

Chiara Rizzi



03_12_quattrone

Re_cycling territories, territories of re-cycling

Giamila Quattrone


03_05_gausa

Leb-Key

Manuel Gausa


03_06_nava

Re_constructed Intention

Consuelo Nava



schede

Atlante Re-Cycle Italy

Istruzioni per l'invio delle schede


01_06_Andriani_Territori caduti nell ombra

Territori caduti nell’ombra

Carmen Andriani


01_12_DallAsta Gutierrez_Segni deboli tracce permanenti

Segni deboli, tracce permanenti

Juan Carlos Dall’Asta Gutiérrez


01_11_Bertelli_Infrastrutture a perdere

Infrastrutture a perdere

Guya Bertelli


«I progetti proposti nel saggio sono due ipotesi di riciclo di tratti dismessi della linea ferroviaria Calabro/Lucana per la realizzazione di un sistema di mobilità lenta che definisce due Parchi lineari.»

Vincenzo Gioffrè

Il riciclo dei tratti dismessi della calabro-lucana: nuove infrastrutture verdi nel paesaggio della città metropolitana di Reggio Calabria


01_08_DeMaio_Ferlenga_Iorio_Ferrovie in conflitto

Ferrovie in conflitto. L’origine bellica delle ferrovie e il disegno del paesaggio veneto

Fernanda De Maio, Alberto Ferlenga, Andrea Iorio


invito mostra mail

Drawn Theories / Teorie disegnate

Venezia, Ca' Pesaro, 10 giugno – 3 luglio 2016


01_13_Angrilli_Morrica_Condizioni di fragilitàò in abruzzo

Condizioni della fragilità in Abruzzo

Massimo Angrilli, Mario Morrica


05_08_sordi

Dispositivi, processi, visioni: strategie operative di riciclo urbano.

Jeanette Sordi


01_04_corradi

Infrastructure code. Per un nuovo assetto di territori minori dell’abbandono

Emilia Corradi


01_02_valente

Paesaggi dell’insterilimento: nuovi cicli di vita attraverso infrastrutture deboli

Ilaria Valente



01_08_amore

Strategie per una nuova mobilità

Federica Amore


05_28

Isola sacra. Territorio fragile e strategico

Roberto Secchi



05_04_romagni

L'incompiuto e la rovina

Ludovico Romagni



04_08_dellaira_a-passo-doppio

A “passo doppio”. Il Recycle tra nuove politiche e antiche forme

Paola Veronica Dell’Aira


04_27_dannuntiis

Il riciclo del banale

Marco d’Annuntiis


04_16_coccia-gabbianelli

Il declino della terza Italia

Luigi Coccia, Alessandro Gabbianelli


01_14_Tosi_Marzenego fiume metropolitano

Marzenego fiume metropolitano

Maria Chiara Tosi


04_28_coccia

Dissoluzione programmata

Luigi Coccia


04_06_vigano

Urbs in horto: una visione per la città diffusa

Paola Viganò



01_03_malfona

Verso un’estetica del Transformer

Lina Malfona


04_04_guarini

Le cave e il riciclo dei materiali inerti provenienti da costruzione e demolizione

Paola Guarini



romascheda3

Drosscapes come tema di progetto

Orazio Carpenzano


04_06_bruschi_forestazione-urbana

Forestazione urbana e città diffusa. Una “Centralità vuota” per Acilia Madonnetta

Andrea Bruschi


04_05_lei_progetti-di-riciclo

Ipotesi di lavoro per nuovi paesaggi del riciclo

Anna Lei


04_07_capanna_foce-del-tevere

La foce del Tevere. Una frontiera attraversabile tra la città e il mare

Alessandra Capanna


05_24

Aeroporto come riserva

Sara Favargiotti


04_02_spirito_cinque-strategie

Cinque strategie del riciclo

Gianpaola Spirito



03_19_la-commare

Filiera della conoscenza, innovazione ed imprenditorialità

Umberto La Commare


SIU_v

Il territorio dei Monti Sicani

Annalisa Contato, Marilena Orlando


05_23

Urban Injections

Chiara Olivastri


03_07_ronsivalle

Zero esternalità per la pianificazione integrata

Daniele Ronsivalle


Illustration of "Valley Section" symbolising rustic types under

La prospettiva “rururbana” nello sviluppo regionale: risorse, opportunità e nodi per le aree interne della Sicilia

Ignazio Vinci


03_13_lino

Permanenze, resistenze, adattamenti. Il riciclo e la “lentezza” come strategie di metamorfosi per i sicani

Barbara Lino


03_17_torrisi

La VAS come strumento per la progettazione sostenibile

Luca Torrisi


01_04_carubia-gravanti-messina-pollara-sardina

La greenway dei Sicani

Andrea Carubia, Francesco Gravanti, Emanuele Messina, Maria Teresa Pollara, Pietro Sardina


Presentazione standard di PowerPoint

Marginalità e sviluppo locale

Vincenzo Provenzano



Manifesto di Bivona.graffle

Innovazione, circolarità e sviluppo locale. La sfida dei territori interni

Maurizio Carta


03_08_fagnoni

Core values for re-cycle social innovators

Raffaella Fagnoni


03_29_pericu

To inhabit is to design

Silvia Pericu


05_04_gausa

3 decalogues for a new informational era

Manuel Gausa


03_27_sommariva

Genoa and Hannover: Urban Pioneers, Common Grounds

Emanuele Sommariva



03_28_ricci

The Recycle GOA Pro-Active Manifesto

Mosé Ricci


ROMA20-25 logo

Re-Cycle Italy a Roma 20-25. Nuovi cicli di vita per la metropoli

MAXXI, Roma, 19 dicembre 2015 – 17 gennaio 2016


melluso_01

La Cala, Palermo

Foto tratta da AA.VV. (1988), Palermo 1991. Nove approdi per l'Esposizione Nazionale, D.C., Palermo, p. 11.


«L’Urban Hyper-Metabolism [...] è capace di generare nuova energia a partire dai cicli territoriali ancora attivi e da quelli latenti, di riattivare quelli interrotti e di farne nascere di nuovi dalla metamorfosi metropolitana che stiamo vivendo»

Maurizio Carta

Urban Hyper-Metabolism: un paradigma dirompente


lino_01

Workshop PMO/RE-VERSE – Hyper-cycling “Costa Sud”

Università degli Studi di Palermo, 9 – 13 settembre 2014


03_01_angrilli

Costa sud Palermo. Processi di riciclo territoriale

Massimo Angrilli


03_05_carta

Iper-strategie del riciclo: cityforming protocol

Maurizio Carta


02_30_bagnato

Il riciclo come strategia etica per il paesaggio: alcune brevi riflessioni

Vincenzo P. Bagnato


02_06_pavia

La città dei cassonetti

Rosario Pavia



03_03_ingrassia

Re-cycle Community

Marco Ingrassia


03_24_provenzano

Re-green, la costa sud come parco lineare urbano

Sebastiano Provenzano


03_23_contato-bartoli

Dialogo su Farm Cultural Park

Annalisa Contato, Andrea Bartoli


03_25_capdevila

Riflessioni - Opportunità - Progetti - Città

Oriol Capdevila


03_26_marsala

Palermo Blue/green gateway. Nove porte per la knowledge city

Giuseppe Marsala


Abbandono, sottoutilizzo, disuso nell'area centrale del Veneto


Mappa del Dross dell'area centrale veneta PATREVE (30x30km); in rosso gli spazi abbandonati, in nero gli spazi sottoutilizzati, in grisio la morfologia del costruito. Fonte: osservazione diretta, C. Furlan, Dottorato di Ricerca in Urbanistica, Iuav.

All That Jazz

Renato Bocchi


«[...] le numerose ricerche condotte sul territorio Veneto e che in queste pagine sono sintetizzate, con le loro differenti angolazioni, ambiscono attraverso le ipotesi e le esplorazioni progettuali a produrre nuova conoscenza sul tema della “trasformazione dell’esistente” declinando in diverse forme e prospettive il tema generale del riciclo.»

Lorenzo Fabian e Stefano Munarin

Re-Cycle Veneto


01_02_Iorio_Pirina_Dalle retrovie ai campi di battaglia

Dalle retrovie ai campi di battaglia

Andrea Iorio, Claudia Pirina


01_01_beordo-munarin

Le energie della Valle del Piave

Elisa Beordo, Stefano Munarin



01_03_Fabian Donadoni Velo_Ri ciclare spazi e forme della mobilità

Ri-ciclare spazi e forme della mobilità

Lorenzo Fabian, Ettore Donado- ni, Luca Velo


recycle_bologna_29092015

Convegno Re-Cycle Agenda. Per una nuova operatività

Università di Bologna, 29 settembre 2015


russo_scheda

Metabolismo urbano per progettare il futuro delle città

Michelangelo Russo


05_19-20

Riciclo come progetto / progetto come riciclo

Mosè Ricci


05_20_vigano

Urbs in Horto. Nuovi cicli di vita per le placche industriali nella città diffusa

Paola Viganò


bertagna_01

Forte Quezzi, Genova

Fabio Mantovani, 2012


«[...] una sperimentazione su corpi ancora vivi della città consente forse di guardare al riciclo come strumento per verificare lo stallo del progetto, o quantomeno per misurarne il raggio d’azione.»

Alberto Bertagna

Un moderno pretesto



Schermata 2015-12-07 alle 20.03.28

Seminario di studi Mappe. Stato dell’arte dell’elaborazione di mappe da parte delle Unità di Ricerca

“Sapienza” Università di Roma, 23 marzo 2015


«Tutti questi esperimenti lavorano secondo un obiettivo centrale: attribuire agli interventi architettonici – anche quelli di riciclo – un sostanziale ruolo “relazionale” ovvero di ri-attivazione del sistema di relazioni interne agli spazi e ai tessuti urbani.»

Renato Bocchi

Tecniche di montaggio per la città da riciclare


hooper_01

Area metropolitana di Glasgow

Clyde Valley, West Lowlands scozzesi



05_10

Riciclo [compimento] estetico [est]etico del margin[al]e

Luca Zecchin


05_07_mininni

Re_form Matera. Re_using the modern

Maria Valeria Mininni


schroder_01

Transalpine Trajectories

Jörg Schröder


«The recycle footprint is the trace that former life cycles of urban areas and uses left within the city. It represents a sign and a value in itself, a map and a width. In other terms, the recycle footprint is the real heritage that a city that does not consume further territories can invest in its future.»

Mosé Ricci

Recycle Footprint



05_06_favargiotti

Recycling Genoa: from waste to footprint

Sara Favargiotti


«Nella limitata dimensione dei luoghi reali il tempo e lo spazio coesistono compressi. In essi si riverberano i movimenti vitali ed i traumi della loro conformazione; da essi cadenzano i ritmi e gli strati di epoche diverse; su di essi si accumulano segni e detriti di abitudini ed eventi che, a loro volta, racchiudono storie, raccontano favole.
»

Marco d'Annuntiis

Apologia dei luoghi reali


coccia_02

Workshop Città adriatica riciclasi

Scuola di Architettura e Design “Eduardo Vittoria”, Ascoli Piceno, 11-12 ottobre 2013


«Dopo anni di riflessioni e interminabili osservazioni sul campo [...] non abbiamo particolari dubbi nell’affermare che l’utopia più interessante e produttiva è proprio quella del riciclo. »

Pippo Ciorra

Astuti come le colombe


04_05_menzietti

Fatti senza interpretazioni

Giulia Menzietti



04_11_ciorra

Astuti come colombe

Pippo Ciorra


04_14_di-lauro-gioffre-nucera

Sub-cycle landscapes

Antonio Di Lauro, Vincenzo Gioffré, Elisabetta Nucera


04_15_corbellini

Siamo solo architetti

Giovanni Corbellini


04_22_paolella_saline

La tecnologia accessibile. Una metodologia sperimentale per favorire la partecipazione attiva

Adriano Paolella


04_20_di-lauro-ict

Nuove pratiche dell’abitare: tecnologie di informazione e comunità creativa per i paesaggi dello scarto

Antonia Di Lauro


05_16

Recycle Design Projects

AA.VV.


venet

Workshop Re-Cycle Ve.Net

Venezia e Pieve di Soligo [TV], 3 – 11 ottobre 2014


«Il progetto deve fare i conti con una informalità che, esterna ad ogni controllo, potrà reinterpretare (recuperando, riusando, riciclando) il manufatto al di fuori dei processi, dei metodi e degli obiettivi che ne hanno determinato la produzione.»

Adriano Paolella

La partecipazione attiva dei cittadini al recupero, riuso, re-cycle


minervino_01

Paesaggi del non finito

V. Leto, Reggio Calabria, 2009


«La difesa, la gestione e la valorizzazione del paesaggio hanno tanto più senso quanto più si siano in grado di dare vita a progetti che esprimano la ricchezza di un dialogo ampio, libero, consapevole. »

Franco Zagari

La partecipazione nel progetto di paesaggio


04_03_-nucera

L’agricoltura multifunzionale per nuovi paesaggi urbani e periurbani condivisi

Elisabetta Nucera


03_03_bocchi

Appunti su Bricolage, riciclo, merz-bau e pratiche urbane dal basso.

Renato Bocchi



superelevata-small

Superelevata Foot[prints]

Workshop, Chiavari e Genova, 18 – 21 settembre 2014


03_02_bocchi

People meet in the re-cycled city

Renato Bocchi


The Negev Phosphate Works | Aronson

Il valore ambientale del recupero delle risorse estratte e accumulate nei territori delle cave. Il caso del Bacino di Apricena (FG)

Vincenzo P. Bagnato, Maristella Loi, Alessandro Reina


02_16_de-marco

Re-cycling waterscape nella Piana del fiume Sarno

Emanuela De Marco


02_28_camplone

Il Design dei materiali per la valorizzazione delle macerie. Il caso del cratere Aquilano.

Stefania Camplone


manifesto definitivo

Rifiuti Fragili. Appunti per il progetto urbano

Matteo di Venosa


02_17_galante

Promemoria per un progetto di riciclo

Paola Galante


«I rifiuti per poter trasformarsi pienamente in risorsa economica e ambientale, hanno bisogno di essere al centro di un cambiamento culturale: nelle politiche, nei comportamenti, nella pianificazione, nel progetto. La loro gestione deve entrare in un progetto di territorio e di comunità.»

Rosario Pavia

Progetto e rifiuti


«Quando lo scarto e il rifiuto entrano in contatto con “il rispettabile e il pregiato”, gli esiti pervasivi di questa perdita di controllo del processo mettono in crisi la città e la razionalità stessa della separazione tra “ciò che ha valore da ciò che non ne ha”. »

Carlo Gasparrini

Waste, Drosscape and Project in the Reverse City


«Il governo e la gestione dei drosscapes, i paesaggi dello scarto, in quanto componenti essenziali dei paesaggi contemporanei, vanno ascritti alle istituzioni della tutela e della cura del patrimonio e del paesaggio. »

Roberto Secchi

Perché gli architetti si occupano di scarti e rifiuti


02_1_ostiliorossi

Dross-Mapping. Le terre dei mostri

Pier Ostilio Rossi


7406 interno.pdf

Le aree dello scarto: studio delle relazioni spaziali

Giambattista Reale, Damiano Cerrone, Maurizio Alecci



02_15_formato-amenta-castiello-dimarco

Napoli Est. Naturartificiale, verso nuovi metabolismi ibridi

Enrico Formato, Libera Amenta, Susanna Castiello, cecilia Di Marco


7406 interno.pdf

Mappe per paesaggi dello scarto agricolo

Lucina Caravaggi, Anna Lei


02_13_terracciano

Geografie dello scarto vs. geografie del riciclo. Disegni di una traiettoria possibile

Anna Terracciano


05_13

Nuovi processi di riciclo per i paesaggi estrattivi come brownfields

Nicola Martinelli, Francesco Marocco, Giovanna Mangialardi


02_29_mangialardi-marocco-martinelli

Nuovi processi di riciclo per i paesaggi estrattivi come brownfields

Giovanna Mangialardi, Francesco Marocco, Nicola Martinelli


02_21_clemente

Il resto come principio

Antonio Alberto Clemente


04_23_nucera_costa-viola

Agricoltura e paesaggio. Ipote- si di riciclo in chiave multifunzionale dei terrazzamenti della Costa Viola

Elisabetta Nucera


«Questi progetti agri-urbani definiscono bene la pratica pluridisciplinare dell’agriurbanistica: urbanisti, paesaggisti, architetti, agricoltori e agronomi ecologisti lavorano insieme.»

Pierre Donadieu

Quelques réflexions sur l’émergence des agricultures urbaines en Europe du Sud


«[...] le trasformazioni sociali della cultura rurale hanno caratterizzato la forma stessa del paesaggio agrario e il disegno della sua architettura; ugualmente la struttura del territorio ai margini dei centri urbani in Abruzzo è testimonianza di uno stato ormai permanente di “situazione di passaggio” in cui sembrano convivere diversi modi di intendere il paesaggio agricolo.»

Paola Misino

Agricoltura e progetto. Re-innesti nei territori urbani di margine abruzzesi


04_07_celestini

Strategie per la città e l’agricoltura. Appunti per progetti adattivi e reversibili

Gianni Celestini



MANIFESTO SEMINARIO 21 giugno copia

Seminario Futuro a TESI

Palazzo Grimani, Venezia, 21 giugno 2014


«In un momento nel quale, insieme con le crisi dei territori e delle loro visioni, entrano in crisi ordinamenti consolidati del progetto, il ricorso al riciclo è l’occasione per un ripensamento di tecniche come di immaginari, per una manipolazione dell’esistente che si muove tra il riconoscimento di necessità e la ricerca di possibilità espressive, proponendo un nuovo termine al dibattito d’architettura»

Fabrizia Ippolito

Il riciclo è noto e/o innovativo


«Andrebbe detto senza ipocrisie che il predicato “riciclare” è totalizzante. Nulla può sottrarsi all’azione che ricicla. Facendo un ulteriore passo in avanti è lecito affermare che riciclare è un “imperativo etico”. »

Andrea Gritti

Il bello e il buono di Re-Cycle


«Abbiamo proposto [...] di fare il punto sulla questione, partendo dalla discussione di quattro coppie oppositive secondo le quali il concetto di riciclo può essere declinato e definito. Le coppie oppositive prescelte – cui sono dedicate le quattro sessioni del convegno – sono: etico/estetico, economico/ecologico, noto/innovativo, politico/autoriale.»

Renato Bocchi

Re-cycled Paper


«Sostanzialmente re-cycle pone un problema di metodo: esaspera posizioni e opposizioni, o forse semplicemente sottende un’identità molteplice (come da sua definizione).
»

Sara Marini

Il territorio reale e il territorio dell’architettura


«[...] occorre ridefinire i termini di un’autorialità di forma differente, in grado di esercitarsi non solo sulle forme degli oggetti e degli spazi fisici, ma anche sulle forme dei dialoghi e dei processi decisionali [...]»

Mauro Berta

Autori, interpreti, registi. Il difficile equilibrio tra intenzione progettuale e contrattazione politica


«Un nuovo to think project-action capace di sostituire all’impeto della parola “rivoluzione”, l’urgenza e la necessità della parola “risoluzione”, per scenari di “trasfigurazione della dismissione” in cui il progetto ed il processo di riciclo ne interpretano essenzialmente culture ed istanze.»

Consuelo Nava

Total Recycle Design / Total Recycle Process


«Ciò che è già nel sito – o meglio l’uso e l’interpretazione che si dà di esso – è diventato un aspetto determinante per l’approccio teorico verso il progetto e questa maggiore consapevolezza conduce [...] a nuove teorie, nuove pratiche e nuove politiche.»

Piero Ostilio Rossi

Coppie oppositive e spazi interstiziali: l’in-between realm


04_25_di-lauro_sharing

Sharing landscape: reti collaborative per i paesaggi del rifiuto

Antonia Di Lauro


02_07_aavv

Drosscapes

Vincenzo Bagnato, Francesco Marocco, Sabrina Scaletta


02_08_sposito

Green (+) blue. Towards a new land/water network of drossape

Sabrina Sposito


04_01_gioffre

Rischio totale

Vincenzo Gioffrè


scheda volume 5

Progetto e rifiuti

Matteo di Venosa, Rosario Pavia




05_12

Garbage market come tactical urbanism. Strategie individuali di riciclaggio, poetiche d’autore e traiettorie politiche dei paesaggi degli scarti

Cristina Mattiucci


04_26_sciarrone_

Il paesaggio che resiste: Re-cycle come attitudine

Cristina Sciarrone


05_11

Ri-ciclo fondato sul progetto

Claudia Battaino


bocchi_01

Convegno Re-Cycle Op-Positions

Università Iuav di Venezia, 4 aprile 2014


05_08

(Ri)costruire il senso. Verso un marchio di qualità Re-Cycle Italy

Raffaella Fagnoni


pavia-no-waste

No waste

Rosario Pavia


02_05_camplone

Territori fragili, territori duttili.

Stefania Camplone


«“Postproduzione” e “riciclaggio” s’incontrano nell’ammissione che il mero processo di produzione, di presa diretta non è sufficiente a dare senso al progetto. S’incontrano quindi in un territorio lessicale e procedurale comune a cicli di progettazione di varia natura, dinamiche fisiche e biologiche.»

Piero Ostilio Rossi

Post-produzioni. O del problema della scelta


04_02_dannuntiis

Au bon marchè

Marco d'Annuntiis


gritti-bovati_01

Emblematica del riciclo: suoli, tessuti e manufatti produttivi

Andrea Gritti, Marco Bovati


«Molto spesso è la presenza del vuoto generato da un crollo ad aprire prospettive inaspettate, suggerire rapporti nuovi con le condizioni al contorno, diventare il vero elemento di qualità del progetto, ed il luogo in cui l’intensità d’uso paradossalmente potrebbe divenire più alta.»

Francesca Pignatelli

Realismo e riciclo. Ri-abitare i paesaggi dell’abbandono



02_22_martinelli

Il riciclo dei paesaggi estrattivi della Puglia

Nicola Martinelli


05_02_sommariva

Hannover Recycle Footprint

Emanuele Sommariva


02_10_russo

Dalla dismissione al riciclo: rigenerazioni di idee

Michelangelo Russo


lanzani_merlini_zanfi_01

Dopo il capannone. Fenomenologia dell’abbandono e prospettive di riuso per le aree produttive in Lombardia ed Emilia Romagna

Arturo Lanzani, Chiara Merlini, Federico Zanfi


05_04

Giudicarie “Officine Riciclo”. Rifiuti, paesaggi urbani e del turismo alpino

Pino Scaglione


barberi_pavia_01

La tratta ferroviaria Sulmona-L'Aquila


«Re-Cycle Italy può divenire l’occasione per costruire un nuovo sguardo sul territorio italiano, per realizzare un Viaggio in Italia che misuri l’ampiezza del cambiamento e le possibilità che esso apre. »

Paola Viganò

Viaggio in Italia, la costruzione di un racconto


02_2_cappiello

Paesaggi rifiutati e sottovalutati

Vito Cappiello


05_06

Le torri di Madonna Bianca a Trento. Un quartiere di edilizia sociale degli anni settanta come laboratorio di ricomposi- zione architettonica e urbana

Claudia Battaino


05_07

Re-citying Barcelona

Manuel Gausa, Mathilde Marengo



«[...] this research intends to explore the operative impact of the recycling process on the urban system and traces of urbanization that mark the territory so that these “materials” can once again become part of a unique metabolism together with the environmental system»

Renato Bocchi

The Project


05_03

Il riciclo come pratica di riterritorializzazione: progetti in un tratto della valle dell’Adige

Corrado Diamantini


05_01_ricci

Re-cycle footprint_Impronta da riciclo

Mosè Ricci


ciorra_02

Re-Cycle. Strategie per l'architettura, la città e il pianeta

MAXXI, Roma, 2011-2012


«Assume dunque importanza fondamentale la capacità di comprendere in primo luogo il valore delle grandi “architetture ambientali” [...] in quanto elementi primari del disegno territoriale di lunga permanenza e possibili catalizzatori di un progetto di riciclo in grado di rimettere in valore i sistemi ambientali del territorio.»

Antonio De Rossi, Mauro Berta e Massimo Crotti

Riciclare grandi telai territoriali


«La ricerca vuole soprattutto trovare strumenti per dare un nuovo senso e un nuovo uso a quanto già esiste nel nostro territorio, nel nostro paesaggio, nelle nostre città, dare nuova vita a ciò che è scartato o abbandonato, annullando il più possibile i processi di waste.»

Renato Bocchi

Nuovi cicli di vita per architetture e infrastrutture di città e paesaggio




04_18_schermata-2016-12-10-alle-11-46-47

Comunità attive per nuovi cicli di vita dei paesaggi del rifiuto. High line - New York, Recycling park – Tel aviv

Vincenzo Gioffrè


sumo2p

Le metamorfosi di Marsiglia

Angela Badami


riciclare-drosscapes-a-napoli

Riciclare drosscape a Napoli

Carlo Gasparrini


05_01

Il Ri.U.SO strategia di sviluppo per le città e il Paese

Giorgio Cacciaguerra


05_09

Il carattere sovversivo del riciclo

Chiara Rizzi


recycle-1

Presentazione della ricerca Recycle Italy. Nuovi cicli di vita per architetture e infrastrutture della città e del paesaggio

Università Iuav di Venezia, 15 febbraio 2013